La proprietà silvo-pastorale

Le Regole di San Vito gestiscono attualmente una proprietà di circa 5.827 ettari, l’85% dei quali ricadono nel territorio amministrativo del comune di San Vito, oltre l’11% in quello di Borca, circa il 2% in quello di Vodo e il rimanente 2% in quello di Selva di Cadore.

Gran parte del perimetro della proprietà regoliera è segnato sul campo mediante muri a secco e croci scolpite nella pietra e richiamate da segni a forma di “X” incisi sugli alberi circostanti. La posizione e caratteristiche dei cippi lapidei sono accuratamente descritte in appositi registro.
Ancora oggi questi cippi costituito un riferimento stabile, non solo per l’individuazione della proprietà regoliera, ma anche delle proprietà adiacenti.

Croce lapidea a segnalare il confine della proprietà delle Regole di San Vito.

(Croce lapidea a segnalare il confine della proprietà delle Regole di San Vito.)

Per agevolare la gestione del territorio, l’intera proprietà è stata inoltre suddivisa in 106 particelle. Camminando per i boschi sanvitesi si può notare che sul fusto di alcuni alberi sono stati apposti numeri color arancione, indicanti la particella nella quale ci si trova e/o quella attigua.

Segnaletica di confinazione delle particelle forestali delle Regole di San Vito.

(Segnaletica di confinazione delle particelle forestali delle Regole di San Vito.)